Di

“Insieme contro

la solitudine nella vecchiaia”




“La solitudine nella vecchiaia” è un fenomeno sociale noto che riceve ancora una piccola attenzione. Tuttavia, la pandemia attuale ci mostra chiaramente che dobbiamo prestare maggiore attenzione al problema. Le persone anziane sono sempre più isolate in questa situazione: quelle in strutture di cura sono isolate per la propria protezione, altre hanno pochi contatti con amici e familiari o vivono interamente da soli. Le persone che si preoccupano per le persone anziane sono spesso sopraffatte dalle numerose precauzioni e sfide di sicurezza nella propria vita quotidiana. Questo è anche vero per i caregivers della famiglia.

Dal 20 ottobre, il Consorzio Internazionale Digi-Aging ha lavorato a un concetto completo che affronta queste sfide e sviluppa misure appropriate per contrastare il fenomeno della “solitudine nella vecchiaia”. Uno degli obiettivi principali è aumentare le competenze nell’uso degli strumenti digitali nel settore degli anziani e di creare una rete forte che sviluppa soluzioni congiunte.



Cosa sviluppiamo

  • Rapporti di ricerca sull’argomento della solitudine nella vecchiaia
  • Creazione di una rete che contrasta specificamente questo fenomeno
  • Strumento diagnostico digitale per essere in grado di riconoscere la “solitudine nella vecchiaia” in tempo utile.
  • Strumenti di intervento digitali per i fornitori di istruzione nel campo della cura degli anziani, per i caregiver, per i familiari premurosi e per gli anziani interessati stessi
  • Curriculum per il programma di formazione Digi-Aging per il settore della cura (vai ai risultati)


Come raggiungiamo i caregivers

Nell’ambito del progetto Digi-Aging, i cosiddetti “formatori pilota” sono addestrati a condurre successivamente sessioni di formazione con altre persone interessate dal campo della cura degli anziani. Questi professionisti impleranno quindi il metodo Digi-Aging nelle proprie istituzioni e reclutaranno altre persone interessate. (Vai a contatto)



Come puoi supportare la nostra idea? 

Attraverso gli studi che abbiamo già condotto, siamo stati in grado di identificare tre sfide chiave che sono fondamentali per prevenire la solitudine. In questo contesto, è necessario il supporto nella società:

  • Raggiungendo individui solitari: promuoviamo le relazioni personali dei caregivers e degli anziani e dello sviluppo di una campagna di social media sulla consapevolezza per questo argomento, per potenziare le famiglie, gli amici e i vicini per svolgere il ruolo dei sostenitori attentati.
  • Comprendere la natura della solitudine individuale: sviluppiamo lo strumento diagnostico per comprendere e misurare l’impatto della solitudine nella vita successiva e ad avere una valutazione per pianificare ulteriori strategie di prevenzione.
  • Sostenere persone solitarie per accedere ai contatti sociali e ai servizi appropriati: qui supportiamo direttamente le persone anziane che utilizzano lo strumento di prevenzione digitale e compilano una base di conoscenze per i caregiver sulle strategie di contatore di successo.


Chi siamo

Il consorzio Digi-Aging è composto da sette istituzioni esperte che hanno già implementato con successo numerosi progetti nel campo della cura degli anziani. (Vai ai partner)

HAFELEKAR, Austria – Coordinatore http://www.hafelekar.at
UMIT Tyrol, Austria https://www.umit-tirol.at
University of Cyprus, Cipro http://www.cs.ucy.ac.cy
Materia Group, Agecare, Cipro https://www.materia.com.cy
Consulenza Direzionale PZ, Italia https://www.linkedin.com/in/paolozaramella
Asociación Caminos, Spagna https://www.asoccaminos.org
Mykolo Romerio Universitetas, Lituania https://www.mruni.eu



Ci conosciamo! Seguici…

Cominciare: 01-10-2020 – Fine: 31-07-2023
Riferimento del progetto
: 2020-1-AT01-KA202-078084